| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
venerdý 24 settembre 2021
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
Mentone: il 72░ Festival de Musique dal 31 luglio al 13 agosto. C'Ŕ Beatrice Rana
Scritto da Marco Scolesi   
sabato 24 luglio 2021
MENTONE - E' pronto a partire il 72° Festival de Musique de Menton, che si svolgerà dal 31 luglio al 13 agosto con la direzione artistica di Paul Emmanuel Thomas. Come sempre il piatto forte è rappresentato da "Les grands interprètes", ovvero i concerti sul sagrato della Basilique Saint Michel Archange.

IL CALENDARIO

Questo il calendario completo, sempre con inizio alle ore 21.30, nel quale spicca il nome della pianista italiana Beatrice Rana. Sabato 31 luglio: Alexandre Tharaud (piano) e Quatuor à Cordes Arod. Martedì 3 agosto: Beatrice Rana (piano). Mercoledì 4 agosto: Christian Tetzlaff (violon) e Lars Vogt (piano). Venerdì 6 agosto: Théotime Langlois De Swarte (violon) e William Christie (clavecin). Sabato 7 agosto: Nemanja Radulovic (violon), Les Trilles du Diable Quintette à Cordes e Quatuor Illico. Martedì 10 agosto: Rafal Blechacz (piano). Mercoledì 11 agosto: Renaud Capucon (violon) e Bertrand Chamayou (piano). Venerdì 13 agosto: "Mediterraneo" Orchestre Cappella Mediterranea con Leonardo Garcia Alarcon (orgue, épinette et direction), Maria Hinojosa Montenegro (sopranos), Mariana Flores (sopranos), Leandro Marziotte (alto), Valerio Contaldo (ténor) e Hugo Oliveira (basse). Parallelamente ciclo "Les concerts au Palais" al Palais de l’Europe (Salon Grande Bretagne) sempre alle ore 18, concerti al Parc du Pian (5 agosto alle 18) e all'Eglise Anglicane (10 agosto alle 18). 

"LA MUSICA E' INCONTRO"

"Da oltre un anno il nostro mondo sta affrontando una crisi crescente in molti settori e la cultura e il Festival de Musique non fanno eccezione - spiega il sindaco di Mentone Jean Claude Guibal -. L'edonismo di queste dolci serate estive sul parvis Saint Michel ci sembra a volte stranamente lontano, ahimè. Perché la musica, forse più di tutte le altre arti, richiede l'incontro. Incontro tra un luogo, artisti e un pubblico, ed è solo da questo incontro che può emergere la magia dell'emozione. In questi tempi travagliati e incerti, la permanenza di certe cose sembra particolarmente essenziale. Inoltre, nonostante le tante difficoltà, noi non abbiamo mai smesso di adattarci ai vincoli e non abbiamo rinunciato ai progetti artistici ambiziosi. Tutto questo ce lo regala la grande famiglia artistica del Festival de Musique, ancora una volta, con il piacere e la fedele amicizia della sua presenza. Lo ringrazio calorosamente. Il Festival de Musique, nel cuore del centro storico, torna indubbiamente alle sue origini. Creato il giorno dopo lo scoppio di un conflitto mondiale per ridare speranza, ci ricorda oggi che abbiamo bisogno più che mai di ciò che la musica ci porta. Come scriveva Franz Liszt: le arti sono la via più sicura per sfuggire al mondo, loro sono anche il modo più sicuro per unirsi a lui. Ed è in questa unione tra il cielo e la terra che la magia della musica ancora una volta opererà per permetterci
di condividere, insieme, serenità e bellezza".

Informazioni e biglietteria: Office de Tourisme al Palais de l’Europe, 8 avenue Boyer a Menton, telefono 33(0)4 83937020, e-mail , sito www.festival-musique-menton.fr.
 
© 2021 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: