| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
mercoledý 25 novembre 2020
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
Recensendo [cd]: "Valentine" di Bill Frisell
Scritto da Adriano Ghirardo   
giovedý 22 ottobre 2020
Nell'ultimo decennio della lunga e controversa carriera di Bill Frisell, il legame col contrabbassista Thomas Morgan ha segnato le pagine più convincenti. Infatti i due dischi live “Small town” ed “Epistrophy” hanno concesso ai fans di riascoltare il chitarrismo friselliano in un contesto raffinato ed intimo grazie al notevole interplay (fondamentale nella formula del duo) sviluppato con Morgan. Ma i due musicisti collaborano da tempo con Rudy Royston senza aver avuto l'occasione di incidere in studio. Questo “Valentine” colma la lacuna: composizioni, vecchie e nuove, del leader si alternano a standards jazz e classici della tradizione americana riproponendo il tipico background del settantenne musicista di Baltimora. “A flower is a lovesome thing” del grande Strayhorn e una “Wagon wheels” resa immortale dal sax di Rollins nell'album “Way out west” sono alcuni dei richiami più evidenti alla tradizione jazz rivisitati con le inconfondibili armonie e sonorità di Frisell. Che, nella seconda parte del disco, lancia due messaggi di speranza in questi tristi tempi con “What the world needs now is love” e la conclusiva “We shall overcome”.
 
© 2020 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: