| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
giovedý 26 novembre 2020
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
Cormons: dal 21 al 25 ottobre Jazz & Wine of Peace. Spiccano Rosenwinkel, Molvaer e Herman
Scritto da Marco Scolesi   
mercoledý 21 ottobre 2020
CORMONS - Dal 21 al 25 ottobre torna Jazz & Wine of Peace, festival organizzato da Controtempo con la direzione artistica di Mauro Bardusco. La rassegna si svolge fra il Collio italiano e sloveno. Evento di grande richiamo turistico in regione (oltre 7mila presenze l’anno scorso), unisce al jazz internazionale e le eccellenze enogastronomiche del territorio, non dimenticando la sua primaria vocazione: il superamento dei confini e la pace tra i popoli. Trenta i concerti in programma, più di 100 musicisti coinvolti, tutto in sicurezza, Covid free, dislocati fra il teatro di Cormons, le cantine dei produttori di vino, le dimore storiche, i locali e affidati ai big della scena jazzistica mondiale ma anche alla freschezza dei giovani talenti. Fra i tanti, il duo tromba-pianoforte di Enrico Rava e Danilo Rea (21 ottobre alle 21), vere icone della musica, il trio capitanato dal pianista israeliano Yaron Herman (25 ottobre alle 17), il binomio perfetto fra il trombettista norvegese Nils Petter Molvaer e il contrabbassista Mino Cinelu (24 ottobre alle 21.30) e dagli Stati Uniti il chitarrista Kurt Rosenwinkel (25 ottobre alle 20.30) in trio, il progetto di Gianluca Petrella al trombone e Pasquale Mirra al vibrafono (23 ottobre alle 16) , il sassofonista brasiliano Alípio Carvalho Neto in duo con il batterista sloveno Gal Furlan (25 ottobre alle 11). Fra le esclusive per l’Italia la Max Andrzejewski’s Hutte in un appassionato omaggio a Robert Wyatt (giovedì 22 alle 21.30), la coppia Theo Ceccaldi, violino, e Roberto Negro, pianoforte, con il nuovo album “Montevago” (22 ottobre alle 17), l’arpista jazz Alina Bzdihezhinska con il tributo ad Alice Coltrane (23 ottobre alle 18.30), la scena jazz austriaca di Wolfgang Puschnig (23 ottobre alle 21.30), il talento in ascesa del Michelangelo Scandroglio group (22 ottobre alle 11). Inoltre anche l’originale progetto Discantus, a cura di Daniele D’Agaro al sassofono e clarinetto e Mauro Costantini all’organo (23 ottobre alle 11). Il duo presenterà in anteprima il nuovo lavoro che è stato raccolto in un cd prodotto da Controtempo e che prende le mosse dai “Discanti Aquileiesi”. Informazioni www.controtempo.org.
 
© 2020 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: