| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
giovedý 26 novembre 2020
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
Milano: dal 22 ottobre all'1 novembre JazzMi, 100 eventi tra Triennale, Blue Note e Conservatorio
Scritto da Marco Scolesi   
mercoledý 21 ottobre 2020
MILANO - Il festival JazzMi di Milano si farà - dal 22 ottobre all'1 novembre - anche in un anno molto difficile come quello che stiamo vivendo a causa del Covid-19. Incertezza, complessità ma anche la volontà di regalare come sempre tanta buona musica dal vivo in tutta la città di Milano, come ha confermato il direttore artistico Luciano Linzi ai microfoni di Radio 3 Suite intervistato da Pino Saulo. Un’edizione che comunque non sembra ridotta nelle sue dimensioni: oltre 100 eventi, un comparto di artisti e operatori che non si è mai arreso e che torna ad aprirsi verso il mondo, un’alta qualità artistica che, complici le tante assenze internazionali dovute alla pandemia, rende protagonista la ricchissima scena jazz italiana. La larga rete di collaborazioni di JazzMi lavorerà per costruire un’edizione che garantirà sicurezza e rispetto delle norme anti Covid-19 ma che arriverà in tutti gli angoli della città. Il calendario infatti si svilupperà in diversi luoghi.

TRIENNALE

Il palco della Triennale di Milano verrà inaugurato dal doppio set di Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino con il loro “Tre per una” speciale omaggio a Mina in compagnia di Massimiliano Pani. Giorno per giorno si alterneranno grandi maestri come Franco D’Andrea e il suo trio New Things, Giovanni Falzone e Glauco Venier, Enrico Pieranunzi con la dedica a Federico Fellini, Paolo Angeli, Roberto Gatto con la sua interpretazione del Progressive, Antonello Salis e Simone Zanchini, più nuove scommesse della scena jazz internazionale.

BLUE NOTE

Al Blue Note ci sarà il talento di Serena Brancale in una serata con ospiti speciali, il chitarrista Kurt Rosenwinkel, i Confirmation 5tet con Francesco Cafiso celebreranno un gigante del jazz come Charlie Parker. Seguiranno la all-star band Balkan Roots con Danny Grissett e Ameen Saleem, il progetto Sula Madiana del percussionista Mino Cinelu e del trombettista Nils Petter Molvaer, il ritorno tra jazz e chanson francaise della cantante Camille Bertault, il cantante, percussionista, polistrumentista e producer Gegè Telesforo e infine la vocalità tra jazz e pop di Chiara Civello. Da non perdere anche il live speciale di Vinicio Capossela per i 30 anni di "All'una e trentacinque circa".

TEATRO DAL VERME

Al Teatro dal Verme ci sarà il grande ritorno dei Napoli Centrale capeggiati dal sassofonista James Senese, che ha da poco festeggiato i cinquant’anni di carriera.

CONSERVATORIO

Al Conservatorio di Milano due grandi ritorni: il trombettista Paolo Fresu in scena con Around Tuk, pronto a festeggiare i 10 anni della sua etichetta discografica, accompagnato da alcuni dei nomi più interessanti dell’attuale panorama musicale nazionale, collegati a filo doppio con l’etichetta discografica. Stefano Bollani, chiuderà JazzMi 2020 con un doppio set di "Piano variations on Jesus Christ Superstar", personale versione totalmente inedita e interamente strumentale del capolavoro di Andrew LIoyd Webber e Tim Rice.

Informazioni al sito jazzmi.it.

Nota: dal 26 ottobre JazzMi è sospeso in ottemperanza del nuovo decreto anti Covid-19 del 25 ottobre
 
© 2020 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: