| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
martedý 27 ottobre 2020
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
COVID-19: Jazz in August a Perugia dal 7 al 10 agosto "parla" italiano. Il calendario dei concerti
Scritto da Marco Scolesi   
giovedý 06 agosto 2020
PERUGIA - La Fondazione Umbria Jazz non si è mai rassegnata, nemmeno nel periodo del lockdown, e ha continuato a credere che, nel più assoluto rispetto delle norme anti Covid-19 e in linea con le disposizioni delle autorità sanitarie e delle istituzioni, fosse comunque doveroso ricominciare a produrre musica. Cancellata l’edizione 2020 in programma per luglio (Umbria Jazz tornerà nel 2021 dal 9 al 18 luglio) la cui complessità era incompatibile con la realizzazione, ha costruito una manifestazione, Jazz in August, che per livello artistico è del tutto degna del marchio Umbria Jazz. È un evento dedicato esclusivamente al jazz italiano, che ormai da anni occupa un posto di rilievo nei cartelloni di Umbria Jazz. È però la prima volta (con la sola eccezione della manifestazione di Assisi quattro anni fa per raccogliere fondi per i terremotati) che ai musicisti italiani è riservato l’intero programma. Questo, soprattutto per contribuire a rilanciare e sostenere il movimento del jazz tricolore che ha pagato un prezzo pesante all’epidemia con la forzata inattività. Piazza IV Novembre, cuore della vita civile e religiosa di Perugia (vi si affacciano il Palazzo dei Priori e la Cattedrale di San Lorenzo, idealmente collegate dalla Fontana Maggiore) è anche il cuore di Umbria Jazz. Qui il palco è stato sempre presente, fin dalla prima edizione del 1973. La storia di Umbria Jazz è passata per la piazza, e a proposito di storia che continua quest’anno Gianluca Petrella porterà in piazza IV Novembre la sua Cosmic Renaissance ispirata alla musica e alla figura di Sun Ra, che in quella stessa piazza suonò nel 1973. Questo il programma. Venerdì 7 agosto: Greta Panettieri Quartet con Max Ionata, The Good Fellas Gangsters of Swing. Sabato 8 agosto: Nico Gori Swing Tentet, Stefano Bollani, Funk Off. Domenica 9 agosto: Mauro Ottolini "Ottovolante Orchestra" tributo a Fred Buscaglione, Enrico Rava Septet, Funk Off. Lunedì 10 agosto: Gianluca Petrella Cosmic Renaissance, Danilo Rea e Gino Paoli con Fabrizio Bosso, Funk Off. Così si è espresso Gian Luca Laurenzi, presidente della Fondazione Umbria Jazz: "Essere chiamato a guidare la Fondazione Umbria Jazz per i prossimi cinque anni è un onore e una responsabilità. Lo è soprattutto perché viviamo una fase difficilissima della nostra storia ed abbiamo bisogno di fare leva sulle eccellenze – la cultura lo è, come lo sono il turismo e l’immagine dell’Umbria nel mondo – per uscirne. Presto e bene. Non dovrà passare nel silenzio ma con il calore e le emozioni della musica. Sarebbe un film senza colonna sonora, e questo ci sembrerebbe ancor più strano a pochi giorni dalla scomparsa di Ennio Morricone. Abbiamo dovuto annullare il festival di primavera a Terni e quello estivo a Perugia, ma abbiamo lavorato per dar vita a qualcosa che fosse compatibile con le attuali prescrizioni sanitarie in materia di eventi pubblici. Il concerto di Paolo Fresu nel Chiostro del Rettorato e la manifestazione di agosto sono il frutto di questo impegno. Continueremo in questa direzione per il resto dell’anno. Siamo tutti consapevoli, io e il nuovo consiglio di amministrazione, che non sarà semplice ma sappiamo anche che Umbria Jazz è una risorsa di straordinario valore. Sappiamo che la forza del marchio Umbria Jazz poggia sulla sua storia e sull’identità che, pur nell’evoluzione della formula negli anni, non è mai cambiata: nello stesso tempo, Umbria Jazz è un evento di grande proiezione internazionale e una manifestazione profondamente umbra per il legame con il territorio. Dovremo tutelare e se possibile rafforzare l’una cosa e l’altra. Si apre una fase di verifica e, se necessario, di innovazione, con l’obiettivo di trovare nuove opportunità nella interazione tra il festival e le città".
 
© 2020 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: