| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
mercoledý 12 agosto 2020
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
Milano: Vijay Iyer apre la nuova rassegna "Pianisti di altri mondi". Festa finale per Charlie Parker
Scritto da Marco Scolesi   
domenica 19 gennaio 2020
MILANO - Nuova rassegna a Milano, che praticamente prende il posto, anzi ne eredita il patrimonio, degli "Aperitivi in Concerto". Si tratta di "Pianisti di altri mondi", concerti, tra jazz  e sonorità contemporanee, festival ideato e diretto da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione tra la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti. Appuntamenti domenica 19 gennaio, 9 e 23 febbraio, 15, 22, 29 marzo, 5 aprile, sempre alle ore 11 alla Sala Grande del Teatro Franco Parenti. Coda venerdì 22 maggio alle ore 20.30, ai Bagni Misteriosi. "Pianisti di altri mondi" propone 11 interpreti della musica contemporanea, frequentemente ritenuta incomunicabile e arcigna, per smentire la fama ostile che accompagna molta produzione del Novecento musicale. Il cartellone vedrà interpreti solisti di grande notorietà e rilevanza internazionale che collaborano con i compositori americani ed europei o che sono tra i protagonisti della musica di improvvisazione afroamericana e tutti esponenti della molteplicità di esperienze che la musica dei nostri tempi sa offrire. Primo appuntamento il 19 gennaio con Vijay Iyer: in poco meno di un decennio è diventato una star negli Stati Uniti, mescolando la sua tradizione (i genitori sono stati fra i primi a emigrare dall’India) con quella della musica contemporanea e quella improvvisata. Oggi è professore con cattedra a vita a Harvard, ha scritto testi illuminanti di filosofia della musica improvvisata e sui criteri neurologici e antropologici dell’improvvisazione. E’ artista della prestigiosa etichetta discografica Ecm. A seguire Vanessa Wagner (9 febbraio, Yonathan Avishai (23 febbraio), Lisa Moore (15 marzo), Timo Andrea (22 marzo), Simon Ghraichy (29 marzo), Jason Moran (5 aprile). Il 22 maggio, come detto, festa finale sul palco galleggiante dei Bagni Misteriosi con Danny Grissett, Emmet Cohen, Dado Moroni e Aaron Goldberg. Ognuno di loro, in particolare il giovane prodigio Emmet Cohen, è un celebrato solista nel mondo del jazz. Rappresentano l’ultima generazione di pianisti americani e africano-americani, a parte l’italiano Dado Moroni, e rendono omaggio al padre del Be Bop, il leggendario sassofonista Charlie Parker. Informazioni www.quartettomilano.it e www.teatrofrancoparenti.it.
 
© 2020 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: